Risparmiare con le auto elettriche, cosa c’è da sapere

Auto ElettricheIncentivi
Risparmiare con le auto elettriche, cosa c’è da sapere

In Italia, purtroppo, c’è uno scetticismo generale riguardo i veicoli e la mobilità elettrica in generale a cui va posto rimedio. Nei giorni scorsi Federcarrozzieri ha risposto coi fatti a dieci falsi miti a riguardo, ma se ciò non bastasse è possibile analizzare come si può risparmiare con le auto elettriche su quattro elementi cruciali per gli automobilisti: parcheggio, rifornimento, assicurazione e bollo auto.

risparmiare con le auto elettriche è possibile, basta informarsi
PARCHEGGIO E ZTL

In Italia vige l’esenzione del pagamento del parcheggio blu per le auto elettriche. Questo è uno degli incentivi per il passaggio alla mobilità sostenibile, sempre tenendo conto delle direttive che ha ogni amministrazione locale. Si tratta di un enorme vantaggio, soprattutto per chi si sposta in città e parcheggia la macchina in centro. A proposito di centro, in Italia è anche possibile transitare a costo zero per le ZTL, al netto dei permessi di vario tipo da richiedere nelle varie città (è bene sempre consultare in anticipo il portale ufficiale del Comune per capire le regole vigenti). Qui è possibile consultare un’apposita mappa.

In più, l’ultimo aggiornamento del Codice della Strada consente ai comuni di destinare appositi spazi esclusivamente ai veicoli elettrici, installando anche colonnine di ricarica: la legge vieta sosta e fermata agli altri veicoli dalle 8:00 alle 20:00, pena sanzione pecuniaria.

RIFORNIMENTO

Un altro tema già trattato da Federcarrozzieri è quello che riguarda il rifornimento. Ovviamente le cifre sono aleatorie e variabili da un giorno all’altro, ma è comunque possibile fare una stima a lungo termine. 

Prendiamo ad esempio un tragitto giornaliero medio di 50 km per andare al lavoro e tornare a casa usando come riferimenti un’auto a benzina di medie dimensioni e la sua corrispettiva versione elettrica tenendo conto di una ricarica effettuata la notte. Stando a Sorgenia, nel primo caso il consumo medio è di 18,5 km/l e quindi con un prezzo di circa 2€ per la benzina al servito si ottiene un costo di circa 5,4€ al giorno; nel secondo caso l’auto ha un consumo di 16 kWh/100 km, perciò tenendo conto approssimativamente di una tariffa domestica di 0,47 €/kWh, la spesa giornaliera è di circa 3,7€. Questo vuol dire che il risparmio è di oltre il 30%, quindi circa 500€ all’anno!

ASSICURAZIONE

Molte compagnie assicurative offrono polizze RC Auto a tariffe scontate per chi possiede un’auto elettrica, con ribassi che vanno dal 10% al 50% rispetto alle assicurazioni per un veicolo endotermico (pari ad una fascia di circa 100-300€ all’anno). Talvolta è possibile risparmiare anche il 10% sul costo della copertura obbligatoria per la responsabilità civile contro terzi.

Non solo: sul mercato si possono trovare garanzie opzionali di assistenza stradale per le auto elettriche, usufruendo di una ricarica sul posto qualora il veicolo rimanesse fermo con la batteria scarica.

BOLLO AUTO

Un’altra croce per gli automobilisti è il pagamento del bollo auto. Con l’acquisto di un veicolo full-electric questo esborso può venir meno, almeno temporaneamente. Le auto elettriche, infatti, sono in generale esenti da imposta di bollo per 5 anni e dal sesto anno in poi si dovrà pagare solo il 25% dell’imposta complessiva.

Le direttive però cambiano in alcune regioni. In Lombardia e Piemonte è prevista l’esenzione permanente del pagamento di questa imposta; in Valle d’Aosta per le auto immatricolate dal 1° gennaio 2019 vige un’esenzione di ben 8 anni; in Liguria l’esonero è, invece, di sole 3 annualità.

COS’ALTRO?

Questi sono solo alcuni aspetti su cui un automobilista può risparmiare passando all’elettrico, ma è possibile risparmiare anche su costi come manutenzione, stazioni domestiche (grazie ai diversi bonus) ed installazione di impianti fotovoltaici. In questo senso, Sagelio ha recentemente stretto una partnership con Otovo, azienda leader tra i produttori di pannelli solari, pompe di calore e sistemi di accumulo.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni contattaci o prenota direttamente un incontro con i nostri esperti!

TAGS:auto elettricabonusrisparmi


Resta aggiornato sul mondo della mobilità elettrica


Ti potrebbe interessare

Dagli smartphone alle auto. 6 colossi si affacciano sull’elettrico

Dagli smartphone alle auto. 6 colossi si affacciano sull’elettrico

Col passare del tempo sempre più grandi aziende tecnologiche sono interessate alla mobilità elettrica, per quella che potrebbe…
Classifica 2023: Le auto elettriche più vendute in Italia

Classifica 2023: Le auto elettriche più vendute in Italia

Nel 2023 le vetture full electric (BEV) immatricolate in Italia sono state 66.276. Una crescita del 35,11% rispetto…
Punti di ricarica nelle strutture ricettive: i pareri dei viaggiatori

Punti di ricarica nelle strutture ricettive: i pareri dei viaggiatori

Electromaps, leader tra i provider di servizi di mobilità elettrica, ha condotto recentemente un sondaggio tra i conducenti…
Il Regno Unito e la rivoluzione nella mobilità elettrica

Il Regno Unito e la rivoluzione nella mobilità elettrica

Nei giorni scorsi Jesse Norman, ministro britannico della Tecnologia e della Decarbonizzazione, ha effettuato una dichiarazione in cui…